Skip to content

Lettura: Venezia in India

March 2, 2014

Alleppey, la Venezia dell’India, rapisce gli occhi per la sua immensa bellezza. Le backwater, le acque stagnanti che avvolgono I campi di riso e piccoli villaggi dei pescatori, sono l’unica, ma autentica, attrazione di Allapuzha, il nome della citta’ in lingua malyalam. Si possono navigare in due modalita’: houseboat, delle vere e proprie case installate su barche a motore, poco eco-friendly e non troppo entusiasmanti per il costo (circa 50 euro per navigazione, pasti e pernottamento) o le piccole canoe che, grazie al lento remare dei conducenti, vi culleranno nei piccoli torrenti. Questa seconda soluzione dura circa 8 ore, inclusa la pausa pranzo in una abitazione locale, in cui assagerete le pietanze del Kerala. Le backwater sono al centro degli interessi dei cittadini di Alleppey, in quanto il turismo di massa sta mettendo a rischio le aree naturali dell’area.

L’unico evento annuale della piccola cittadina, e’ il Nehru Trophy Boat Race, la regata in cui si sfidano le varie contrade. Come tutto in India, vale la pena esserci, ma non per troppo tempo. La vera sfida dura circa 2 ore, il resto e’ una propaganda continua di vari politici e sponsor di turno, I quali si accavallano uno sull’altro nel parlare, togliendo il piacere vero della competizione. Vi sono diversi tipi di biglietto per il Boat Race. E’ vivamente sconsigliato agli stranieri di prendere quelli poco costosi, poiche’ il panorama non e’ dei migliori e I locali tendono a bere molto durante la giornata. Le varie tribune, VIP, Gold e Silver, sono sprovviste di una area ristoro, quindi “pasti a sacco” per tutto l’evento.Image

A pochi chilometri verso nord, vi e’ la spiaggia Marary: incantevole, quasi deserta e dalla sabbia divina. Per quanto riguarda gli allogi, attenzione turisti: evitate di pernottare al Paradise Inn. Il proprietario, fintamente affabbile, non mostra il listino prezzi ufficiale, quindi tende a gonfiare di molto le tariffe e il servizio e’ scadente e sporco.

Anche Alleppey non si puo’ sottrarre da cio’ che ha reso famosi gli indiani all’estero: ayurveda e yoga. Il centro di massaggi ayurvedico e panchakarma Sreekrishna, da oltre 20 anni gestito da Santosh Kumar, e’ il luogo perfetto. Vicino a Finishing Point, offre trattamenti linfatici, facciali con il njavara, un composto speciale a base di riso ,mischiato a latte e cocco. Inoltre, il simpatico gestore, vi illuminera’ sui Veda e sui Venerandi Maestri del massaggio nel Sud dell’India, mettendovi a disposizione anche il suo personale yogi, Mr. Binoy. Sarete incantati dalle sue parole, e dai suoi prezzi. 

From → Uncategorized

Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: