Skip to content

UMBERTO SABA . LA CAPRA

January 17, 2015

Learn Italian

Ho parlato a una capra.
Era sola su un prato, era legata.
Aveva appena mangiato, era bagnata
di pioggia e belava.
Quel belato mi sembrava solidale con il mio dolore.
Ed io risposi, prima
per scherzo, poi perché il dolore è eterno,
uguale a se stesso e immutabile.
Questo mio stesso lamento io sentivo
provenire da una sola capra solitaria.
In una capra dal viso simile a quello degli ebrei,
sentivo il lamento di tutti i mali,
di ogni altra creatura.

Questa poesia fa parte della sezione Casa e campagna del Canzoniere, in cui sono pubblicate le liriche del poeta composte tra il 1909 e il 1910. Con un ritmo lento Saba esprime un dolore universale e l’angoscia della vita. Il componimento  è strutturato su tre strofe irregolari, chiudendosi con un quinario. Ecco la situazione nella prima strofa: il poeta incontra una capra belante, legata, sazia…

View original post 57 more words

From → Uncategorized

Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: