Skip to content

SCUSA IL RITARDO! CRONACHE ROMANZATE DI UNA MILANESE A ROMA

March 4, 2015

Learn Italian

file 2

Alberto Sordi nel film “Un americano a Roma” di Steno.

Parliamo di stereotipi: che cosa c’è di vero? 

Livello: da B1 in poi (intermedio)

 

Al telefono con una mia amica romana:

 

Io “A che ora ci vediamo?”

  1. “Facciamo otto, otto e mezzo”

Io “Non ho capito, otto oppure otto e mezza1?”

  1. “Otto, otto e mezzo!”

 

A Roma il ritardo è quasi inevitabile. E così, quando si prende un appuntamento si lascia spesso una mezzora di respiro. Si può arrivare alle otto se tutto va liscio (raro) o alle otto e mezza se tutto va storto (più probabile), oppure in qualche momento tra le otto e le otto e mezza (frequente). Ma poi le otto e mezza finiscono per diventare direttamente l’orario effettivo, e così il vero ritardo è considerato arrivare dopo le otto e mezza. Ma se il ritardo a Roma è inevitabile (lo sanno tutti), l’ora di arrivo probabile diventa…

View original post 286 more words

From → Uncategorized

Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: